Mazzarella Press Office

EMP 1

martedì 11 settembre 2012

KILL RITUAL - The Serpentine Ritual

Scarlet Records
Formatisi nel 2010 in quel di Los Angeles in California, grazie al chitarrista Steven Rice ed al batterista Wayne DeVecchi (entrambi negli Imagika), i Kill Ritual completano la band con il chitarrista Roberto Proietti (Eldritch), il bassista Danyael Williams (Dark Angel) e il cantante Josh Gibson proveniente direttamente dalla Bay Area. "The Serpentine Ritual", è il loro tanto atteso album di debutto ed è una delle uscite più attese di questo aututto. E' un classico disco che riesce ad essere fresco e decisamente attuale, mantenendo nel contempo un forte legame con il passato dei musicisti coinvolti nel progetto. Il disco è stato prodotto dallo stesso Steven Rice, mentre del mixaggio e della masterizzazione se ne è occupato un certo Andy La Rocque (King Diamond), che appare anche in veste di special guest nel brano "Coat Of Blood". Da un punto di vista stilistico i Killa Ritual suonano un thrash molto diretto e potente, infarcito di sfumature power, un aspetto che denota la fortissma personalità di un gruppo che perseguene con disinvoltura una determinata identità. Tercnicamente ci troviamo di fronte ad un lavoro di notevole livello, le chitarre sono ben modulate e sanno rapportarsi in modo egregio alle varie sfumature presenti nei singoli brani, dotati di arrangiamenti diretti e non eccessivamente complessi e di strutture ben articolate. L'impatto è molto forte, la presa è immediata in un disco nel complesso compatto ed incisivo. La varietà del disco, giova ai Kill Ritual, che per certi versi fanno il verso ai Nevermore, ma se vogliamo anche ai nostri Eldritch, tanto che il cantante sembra abbia voglia d'imitare il più delle volte il nostro Terence Holler. Disco discreto che merita la vostra attenzione.

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella